“L’islam politico avanza sulle macerie del pensiero debole europeo”

 

La cultura europea è affetta da molti mali. Dal “pensiero debole” si è giunti al “non-pensiero”, sino all’opinione irrilevante e al tweet. E la forma di espressione di un pensiero almeno in parte tradisce e veicola qualcosa del pensiero stesso. La sterilità politica e culturale è ben sintetizzata dalla decrescita demografica: aleggia cioè un inafferrabile cupio dissolvi negli europei. Emotivismo, buonismo, pacifismo, terzomondismo, edonismo, individualismo, egocentrismo, relativismo e ignoranza sono agenti virali aggressivi e insidiosi che da alcune decadi intorpidiscono, fiaccano e fanno deperire cultura, morale, società, religione e politica in Europa. L’Islàm politico, ampiamente radicato, è, quindi, in un certo senso, una sorta di nemesi della cultura europea. Fortunatamente esiste uno scarto tra Europa e Occidente; nel concetto di Occidente c’è e sempre ci sarà, in quanto fondante, spazio necessario, anche se talora con tensioni, per Israele. Non c’è nulla di più occidentale dell’ebraismo e, oggi, anche dello Stato di Israele.

Rav Prof. Giuseppe Laras

Sorgente: “L’islam politico avanza sulle macerie del pensiero debole europeo”

Share This: