Ciao Carmen

CnwtsfnWgAI-nDf
Carmen (Milano, 3 giugno 2012)

Quando la vidi lì, sul palco, accanto a Kiko e Padre Mario, non pensavo che sarebbe stata una delle ultime volte. Ero lì sul palco con le famiglie della missio ad gentes a ricevere il Rosario con gli altri ragazzi, vedevo i tre responsabili del Cammino e pensavo che davvero era tutta un’opera dello Spirito Santo, se da queste persone normali, disorganizzate, semplici, è potuto nascere tutto quello che è nato. Era il 3 giugno 2012, eravamo a Milano, all’incontro delle famiglie, dopo la messa con papa Benedetto.

Io sono di quelli che senza di lei, forse, non sarebbe neanche nato, e con me moli di quelli che conosco, compresi mia moglie e mio figlio. Non ci sarebbe stata un’opera di evangelizzazione forte, con migliaia di persone che hanno conosciuto Cristo e sono stati trasformati da Lui.

Sono grato al Signore di aver donato alla Chiesa e al mondo una donna forte come Carmen, una vera femminista, una catechista santa che ha sciolto i suoi legami con il mondo per annunciare il Kerygma da ogni parte.

Mi mancheranno le sue gag sul palco con Kiko, le sue magliette improponibili, il suo itagnolo a volte incomprensibile, la sua genialità e la sua libertà di fronte al mondo.

A presto, Carmen. Hai guadagnato il Regno.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *